home
English

Perchè vivaluce

Vivaluce

Il vermentino Vivaluce ha una storia tutta sua.Nella primavera dell'anno 2004 nasce questo vino dall'animo ribelle.

Vivaluce è un vermentino dei colli di Luni e viene venduto a un prezzo molto basso per essere un vino della pietra del focolare.

E' un'anomalia per la filosofia aziendale,anche perchè esso riceve le stesse cure  ed attenzioni degli altri ,soltanto non 

subisce macerazione nelle bucce,quindi la vinificazione è più semplice,così come la  sua bottiglia .

Vivaluce è la mia risposta forte ad uno stato di sofferenza nel mercato del vino dei colli di Luni.

Una sera,riuniti nella sede dell'enoteca regionale della liguria,i produttori dei colli di luni decisero di fissare il prezzo minimo del vermentino base,

dopo saluti e strette di mano ognuno tornò felice a casa propria ed al proprio lavoro.

Dopo circa due settimane venni a sapere che alcuni produttori non avevano mantenuto l'accordo ed approfittavano della cosa abbassando il prezzo minimo di vendita per vendere i loro vini a discapito dei colleghi.Anzi dicevano:compra il mio vino ad un prezzo più basso,tanto i vermentini sono tutti uguali,uno vale l'altro!

Allora io attesi in silenzio e la primavera successiva uscii sul mercato con vivaluce,il mio vernentino che vendevo sfuso in damigiana,quello dei vigneti meno vocati,

lo imbottigliai  usando una bottiglia semplice ad un prezzo molto basso ,ma alla luce del sole,senza inganni.

Chiedete ai miei colleghi quale fu il risultato!!!!!!!!!!!

Alcuni di loro insieme crearono un vermentino comune ,tutti insieme contro la pietra del focolare:pranzo promozionale,giornalisti e autorità per un vino 

che sfociò in un grande "flop" e una grande brutta figura.

Io poco dopo scrissi questi semplici versi dettati dal mio cuore,in loro onore:

 

 

Alba di rugiada a primavera,
vivida luce nel mattin
ordinate file di germogli al sole.
 
Risvegliate genti in una nuova stagion
sorgon aperte menti calme alla vita,
dove amaro solo è del denaro il ricordo.
 
Invidia e cupidigia nutrono il mal
ma luce riflessa varia il color
a seconda dove si posa.
 
Bacco riscalda il cor e dispone al canto,
della vita il sapor ogni rancor placa.
È di gioia vivace...fulgida luce!
 
Per ognuno di noi 
che non corra veloce ….sia Vivaluce!
 
Stefano Salvetti

Si parla di

Ultimi articoli

Ultimi commenti

  1. @ la canna e il salice

    Caro Stefano 360 gradi di versatilità e conoscenza del buon vivere.Sei il più grande.Sei

    Mauro

  2. @ Un passito da gustare al focolare

    Stefano e Laura siete fortunati in primis di trasmettere l'amore che vi lega al vostro lavoro [...]

    Valerio

  3. @ Pietrasanta terra di vino, arte e amicizia

    Sono stato alla manifestazione e vi ho conosciuti finalmente.I vini rispecchiano la vostra

    Roberto Brema

Immagini random

  • #
  • #
  • #
  • #
  • #
  • #

Newsletter

Link utili