home
English

un tesoro di passito

Annata 2017,sole,caldo,sole,caldo,sole,caldo,luce lucente.

#

Mille grappoli delicatamente tagliati dai tralci senza il pianto della vite.

Mille grappoli appesi nel vecchio fienile del nonno.

#Io e Laura di buon mattino,la settimana precedente l'inizio della festa della vendemmia,ci siamo recati alla vigna ed abbiamo raccolto le uve mature delle varietà Ansonica,Trebbiano,Vermentino e Colombana.Per tutta la mattina si sono scelti i grappoli adatti all'appassimento naturale. Il pomeriggio è trascorso in un baleno,così occupati ad appendere i grappoli ai fili predisposti a sostenerli garantendo il passaggio dell'aria di mare.Due mattinate di vendemmia e due pomeriggi per appendere le gemme al vento e contare mille grappoli.Per due giorni di sole e silenzi torniamo indietro di cento anni rievocando un rito di colore e ricordi.

Tre mesi di gradienti in un acquerello che passa dal giallo verdolino all'ocra scura,tre mesi dove la fretta si trasforma in silenziosa contemplazione mistica.

Quando,prima del tramonto,il sole lancia i suoi raggi quasi orizzontali e accende la penombra di colori,il grigio diventa luce e gli acini si infiammano d'ambra e di cielo rosso.

Novanta giorni di vento e poca pioggia hanno favorito una disidratazione perfetta e quindi seduti come due vecchietti d'altri tempi per cinque giorni,chicco per chicco sono stati separati gli acini dal raspo e quindi pigiati nel mastello utilizzando il pestello in frassino per far uscire il mosto dolce e appiccicoso.Mattino di cielo terso,tramontana che taglia l'azzurro a strisce di nuvole e cirri,vendemmia dei grappoli sulle femminelle ondeggianti di vermentino, mentre novembre finisce e si accendono le prime luci natalizie.Schiaccia l'uva,riscalda il succo e via con il piè de couve.Quindici giorni di macerazione e fermentazione per passare da uva a vino e poi la piccola botte in rovere ci guarda silente e riposa per un anno con la nostra compagnia.

Naturalmente questa è una storia di fantasia sognata in una sera d'autunno.

Stefano




    Lascia un commento

    La tua email non sarà pubblicata.
    * Campo obbligatorio

    Si parla di

    Ultimi articoli

    Ultimi commenti

    1. @ la canna e il salice

      Caro Stefano 360 gradi di versatilità e conoscenza del buon vivere.Sei il più grande.Sei

      Mauro

    2. @ Un passito da gustare al focolare

      Stefano e Laura siete fortunati in primis di trasmettere l'amore che vi lega al vostro lavoro [...]

      Valerio

    3. @ Pietrasanta terra di vino, arte e amicizia

      Sono stato alla manifestazione e vi ho conosciuti finalmente.I vini rispecchiano la vostra

      Roberto Brema

    Immagini random

    • #
    • #
    • #
    • #
    • #
    • #

    Newsletter

    Link utili